LegnanoToday

Villa Cortese, raccolta firme per rotonda in via Novara

Partita la raccolta firme per chiedere all'amministrazione di avere una rotonda in via Novara nel comune di Villa Cortese. Basta un click sul tasto invio e la email avrà, sperano gli abitanti, il suo effetto

Partita la raccolta firme per chiedere all’amministrazione di avere una rotonda in via Novara nel comune di Villa Cortese. Basta un click sul tasto invio e la email avrà, sperano gli abitanti, il suo effetto. Questo il testo dell'email da inviare: “Sono stanca/a delle lunghe code, dell'inquinamento prodotto, dei rischi di incidenti e dei blocchi causati dai mezzi pesanti . Aderisco alla raccolta firme che verrà presentata agli enti interessati. Con questa mia mail aderisco a Don Chisciotte (info@villacortese.net) nome e località”. È un incrocio pericoloso ed inadeguato, regolato ora solo da un segnale di stop e che offre scarsa visibilità. Venerdì scorso alla ore 7.15 c’è stato il presidio al grido di “vogliamo la rotonda”.

"Da tempo si parla di una rotonda che metta in sicurezza - scrive l'associazione Don Chisciotte - quell’incrocio diventato ormai inadeguato, ma non si è ancora fatto nulla. La costruzione di questa rotonda è in realtà da anni nell’agenda dell’amministrazione comunale di Villa Cortese anche se l’incrocio tanto discusso si trova sul territorio di Busto Arsizio. Nonostante ciò l’amministrazione di Villa Cortese si è fatta promotrice anni fa di una azione di persuasione nei confronti degli enti locali coinvolti per cercare di arrivare a una soluzione, e periodicamente cerca di risollecitare l’esecuzione dell’opera. Era stato elaborato anche un progetto per la realizzazione della rotonda, il cui costo di costruzione è di circa 340 mila euro".

"Sono stati coinvolti il comune di Legnano, quello di Busto Arsizio, la Provincia di Varese e quella di Milano per risolvere il problema, proponendo di suddividere i costi per la realizzazione della rotatoria tra i cinque enti - continua il sodalizio -. Il solo comune di Busto Arsizio che ha piena competenza su quell’area, ha sempre fatto sapere di non essere interessato alla vicenda in quanto si tratta di un punto ai margini del proprio territorio. Questo atteggiamento è stato ribadito formalmente in una recente lettera, in cui l’amministrazione di Busto si è detta disponibile soltanto a pagare la bolletta per il consumo di energia elettrica".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento