LegnanoToday

Legnano, stop alla vendita di alcolici nella zona Cantoni

Il sindaco di Legnano, Alberto Centinaio, ha firmato una ordinanza che vieta la vendita di bevande alcoliche da asporto nell'area del centro Cantoni

L'ordinanza è stata firmata dal sindaco di Legnano

Stop alla vendita di bevande alcoliche da asporto nella zona del centro Cantoni di Legnano. Il sindaco, Alberto Centinaio, ha firmato un'ordinanza che vieta la vendita di bevande alcoliche da parte dei titolari e addetti alle attività artigianali e pubblici servizi. Il divieto comprende anche la vendita nelle attività commerciali, se non accompagnate da altra merce di valore equivalente.

Il tutto è stato fatto per scoraggiare l'acquisto incontrollato di alcool e il relativo consumo in area pubblica. La zona della città interessata da questa ordinanza è l'area del centro Cantoni, che si estende tra Corso Italia, Corso Garibaldi, via della Vittoria e via Roma. I trasgressori pagheranno caro: arresto fino a tre mesi o ammenda fino a 206 euro.

L’inosservanza porterà inoltre come conseguenza il divieto di continuare l’attività illecita e l’eventuale sequestro delle bevande alcoliche. L’ordinanza firmata dal sindaco è “contingibile e urgente” ed è stata emanata a tutela dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana a seguito della situazione di preoccupante degrado delle zone interessate, in particolare in via De Gasperi e nell’area circostante l’ex area Cantoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento