LegnanoToday

Palio di Legnano, in una città "magica" presentate reggenze delle contrade

Legnanesi riuniti in piazza San Magno alla cerimonia di rito di presentazione delle reggenze delle otto contrade del Palio, preceduta dalla consegna della spada, come segno di comando, ai neo eletti capitani di contrada

“Buonasera a tutti e benvenuti. Anzi, bentornati: questa importante cerimonia di rito infatti torna in piazza, per la prima volta nella “nuova” piazza San Magno, con una scenografia suggestiva, che rende il pubblico sempre più partecipe e vicino. Anche questo contribuisce ad un clima generale che mi sembra più positivo e di maggiore sintonia. Non so se qualche merito va attribuito anche al 150° dell’Unità d’Italia, che Legnano festeggia con una serie di iniziative tra cui proprio il programma del Palio; in ogni caso, la mia impressione è che stiamo vivendo un’atmosfera di maggiore armonia.”, così il sindaco di Legnano Lorenzo Vitali accoglie i legnanesi riuniti in piazza San Magno alla cerimonia di rito di presentazione delle reggenze delle otto contrade del Palio, preceduta dalla consegna della spada, come segno di comando, ai neo eletti capitani di contrada.

Suggestiva la scenografia con le reggenze accanto ai pennoni delle rispettive bandiere, i magistrati sul sagrato della basilica e il pubblico tutto attorno alla piazza. I giochi di luci hanno completato lo spettacolo. Unico pecca: un audio non sempre perfetto. Una piazza particolarmente gremita, carica di passione, vociante per i cori che continuavano a susseguirsi.

E soprattutto senza alcun incidente. “Per sette mesi Legnano vive un Palio da urlo. Questo desidero che sia: un Palio capace di condividere con un pubblico sempre più vasto tutti di quei contenuti che lo definiscono. La storia, la tradizione, il corteo, la gara ippica, l’arte, il territorio e i grandi valori di appartenenza, condivisione, passione, spirito di sacrificio, competizione e impegno che caratterizzano il Palio di Legnano, si manifestano in un grido di entusiasmo e tifo che deve poter coinvolgere tutti coloro che a vario titolo e nelle più diverse circostanze sono e saranno in contatto con la nostra manifestazione”, continua il sindaco.

Alla fine del suo intervento oltre a ringraziare i privati che sostengono il Palio, le contrade che incarnano lo spirito del Palio rivolge un pensiero particolare al cavaliere del Carroccio, Gianni Centinaio, per la sua vicinanza, i suoi modi pacati e al contempo fermi e la sua grande capacità di farsi interprete dei bisogni del mondo del Palio, riuscendo a garantire sempre equilibrio tra tutte le richieste e problematiche che una simile macchina organizzativa inevitabilmente porta con sé.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento