LegnanoToday

Legnano, approvato il Pgt: "Attenzione alle aree dismesse"

Dopo 3 giorni di dibattito in Consiglio, quantificando 13 ore e 23 minuti e due anni di lavoro da parte dei tecnici del comune di Legnano è stato approvato il PGT che ha l'obiettivo di far diventare la città più compatta, senza periferie, intese come ghetti

Dopo 3 giorni di dibattito in Consiglio, quantificando 13 ore e 23 minuti e due anni di lavoro da parte dei tecnici del comune di Legnano è stato approvato il PGT che ha l’obiettivo di far diventare la città più compatta, senza periferie, intese come ghetti.

Alle 2,39 l’esito è stato di 17 voti a favore e 10 contro. Grande soddisfazione da parte del sindaco Lorenzo Vitali che, al termine dei “lavori”, dichiara: “È un Piano di Governo del Territorio che disegna la Città di domani, alla luce di una realtà ed identità cittadina che si sta modificando sempre più rapidamente negli anni. Il nostro lavoro, proiettato al futuro, tiene conto della storia così come dell’attualità di Legnano: in una sola parola, dei legnanesi”. Sono state fatte scelte coraggiose come l’aver riconfermato il sistema produttivo del territorio, individuando nuove aree produttive.

Grande attenzione è stata rivolta alle aree dismesse, come la Manifattura Legnanese, Fonderia Ansaldo, Ex Bernocchi, Caserma, per le quali si è privilegiato e si intende valorizzare le soluzioni che meglio rispondono ai bisogni della comunità. La nuova destinazione d’uso della caserma sarà tra il residenziale e il palazzetto dello sport. Durante la conferenza stampa avvenuta stamani il primo cittadino ribadisce che il confronto con i cittadini è stato soddisfacente, è sempre difficile far uscire di casa la gente soprattutto in una fase dove si richiede loro di essere propositivi.

Infine Lorenzo Vitali ringrazia l’assessore all’assetto e gestione del territorio Gianbattista Fratus, il cui lavoro e impegno ha stilato uno strumento che crea servizi ai legnanesi. “La città non è fatta di PGT, ma è fatta da chi la vive. Noi abbiamo trovato il modo di fare loro ciò, ossia viverla”, commenta soddisfatto Lorenzo Vitali. Ma come sarà Legnano in futuro?ora la città è un capoluogo di provincia senza essere una provincia, è un polo d’attrazione che dovrà crescere ampliando il servizio di trasporto pubblico, i collegamenti con Milano e trasformarla in una città dove poter venire a lavorare. L’attenzione all’ambiente sarà prioritaria nelle scelte dell’amministrazione: grazie al meccanismo della perequazione, si prevede la restituzione alla città di aree estese (oltre 500mila mq), che saranno destinate in gran parte all’ampliamento degli spazi verdi pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento