LegnanoToday

Corsico, scoperta evasione da un milione e mezzo di euro

La guardia di finanza di Corsico ha individuato una società di capitali operante nel settore del commercio dei metalli ferrosi, con sede a Cusago, che abbatteva il proprio "conto fiscale" attraverso l'annotazione di fatture per operazioni inesistenti

La compagnia della guardia di finanza di Corsico, dipendente dal gruppo di Legnano, ha individuato una società di capitali operante nel settore del commercio dei metalli ferrosi, con sede a Cusago, che abbatteva il proprio “conto fiscale” attraverso l'annotazione di fatture per operazioni inesistenti.

Le complesse indagini hanno delineato un più ampio sodalizio criminale composto da un considerevole numero di società che rispettivamente emettevano o annotavano fatture false.

Il sistema evasivo utilizzato dalla ditta era in estrema sintesi strutturato su una serie di società estere da cui la società verificata si approvvigionava di fatture per operazioni inesistenti. Costi fittizi che servivano ad abbattere l’utile d’impresa e conseguentemente le imposte dovute all’erario.

Aveva fruttato bene all’imprenditore facendogli accumulare in breve tempo un discreto tesoretto in Svizzera che aveva tentato di salvaguardare aderendo allo scudo fiscale del  2009, sicuro di poter sfuggire così al fisco italiano. Tali precauzioni a nulla sono valse. Appena le fiamme gialle hanno formulato la proposta di misure cautelari patrimoniali che avrebbero portato al sequestro dei beni dell’imprenditore, quest’ultimo si è precipitato a pagare la somma di 700 mila euro che ha così estinto il debito con l’erario.

Le indagini, spiegano gli inquirenti hanno permesso di appurare un meccanismo fraudolento, purtroppo sempre più utilizzato da imprenditori spregiudicati che troppo soventemente, affidandosi talvolta anche a consigli di commercialisti compiacenti,  pur di abbattere il debito con l’erario non si fanno problemi ad adottare tali comportamenti criminali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I responsabili, oltre alle sanzioni pecuniarie, rischiano fino a sei anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Tragedia a Pero, bambino di 5 anni muore soffocato mentre mangia una brioche in casa

Torna su
MilanoToday è in caricamento