LegnanoToday

"Siamo tutti pedoni": anche Legnano partecipa alla campagna

Da quest'anno anche il Comune di Legnano aderisce a questa importante campagna e la polizia locale ne ha fatto propri i contenuti e li ha portati all'attenzione dei bambini delle scuole dell'obbligo, incontrati nel corso dell'anno scolastico durante le lezioni di educazione stradale e alla legalità

In Italia sulle strade ogni anno vengono uccisi più di 650 pedoni e 20.000 vengono feriti. Contro questa strage parte la campagna nazionale “Siamo tutti pedoni”. La vita dei pedoni sulle strade italiane, si sa, non è facile.

Ogni giorno ne vengono uccisi due, 667 nel 2009. Un terzo di questi vengono travolti mentre attraversano sulle strisce. Mai come in questo caso, dunque, le tragedie sono causate soprattutto dal mancato rispetto delle regole. Sono colpiti in modo particolare gli anziani, penalizzati per non essere più scattanti e abili a schivare auto o moto che arrivano a tutta velocità. Il 57% delle vittime ha infatti più di 65 anni. Per contrastare questa strage serve un cambiamento prima di tutto culturale. È questo l’impegno della campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada “Siamo tutti pedoni”, che torna per la quarta edizione a ricordarci che i pedoni non sono “gli altri”, ma lo siamo tutti. La novità positiva di quest’anno è che finalmente anche il codice della strada italiano si è adeguato a quello degli altri paesi europei ed esplicita in modo chiaro che in strada prima di tutto vengono i diritti dei pedoni.

Dal luglio scorso, infatti, l’articolo 191 recita che “i conducenti devono dare la precedenza […] ai pedoni che si accingono ad attraversare” sugli attraversamenti pedonali. Per questo è tornata, a partire dal 14 aprile, la campagna “Siamo tutti pedoni”. Tanti gli appuntamenti che su e giù per la penisola, da Bologna a Barletta, da Crotone a Venezia, da Milano a Roma, coinvolgeranno scuole, amministrazioni locali, associazioni e sindacati, con l’obiettivo di far crescere anche nel nostro paese una cultura di rispetto per gli utenti deboli della strada. Insieme a Piero Angela appoggiano la campagna la campionessa olimpica Alessandra Sensini e il calciatore Marco Di Vaio, Margherita Hack, il comico Vito, Luisa Amatucci, attrice nella soap opera “Un posto al Sole”, lo scrittore Valerio Massimo Manfredi.

Da quest’anno anche il Comune di Legnano aderisce a questa importante Campagna e la Polizia Locale ne ha fatto propri i contenuti e li ha portati all’attenzione dei bambini delle scuole dell’obbligo, incontrati nel corso dell’anno scolastico durante le lezioni di educazione stradale e alla legalità. È nata una proficua collaborazione con alcuni istituti scolastici della città che ha portato al recepimento dell’argomento all’interno dei programmi didattici e alla realizzazione di splendidi lavori da parte dei bambini. La Polizia Locale incontrerà alunni e genitori durante le feste di fine anno di tutti gli istituti che aderiscono all’iniziativa del “piedibus” e in quell’occasione avrà la possibilità di portare direttamente alle famiglie i messaggi della campagna contenuti in un simpatico libretto illustrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento