LegnanoToday

È salva la Carapelli di Inveruno: produrrà olio biologico da semi di girasole per Tof

Martedì è stato siglato l'accordo al ministero dello sviluppo economico

Lavoratori Carapelli durante una manifestazione

Lo stabilimento Carapelli di Inveruno è salvo e con lui la produzione e i posti di lavoro. Nel capannone di corso Europa si  continuerà a produrre olio, questa volta usando semi di girasoli biologici, come prevede il nuovo proprietario Tof.

L'accordo è stato raggiunto martedì al Ministero dello sviluppo economico e da metà marzo trentasei dipendenti passeranno alla nuova azienda, «con le stesse condizioni economiche e contrattuali», precisa in una nota la sindaca Sara Bettinelli. Non solo: se nei prossimi mesi la società avesse bisogno di nuova forza lavoro dovrà assumere prima i lavoratori in cassintegrazione. Gruppo composto da venticinque persone. Altri ventisette lavoratori, più vicini all'età della pensione, invece, hanno deciso di sfruttare gli incentivi per la mobilità anticipata. Altri sei dipendenti di Carapelli, invece, si trasferiranno a Tavarnelle.

Sul fronte dello stabilimento — inteso come immobile — è previsto l'affitto del ramo d'azienda per un massimo di quattro anni, poi dovrà scattare l'acquisto del sito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • "Sono stata incastrata", la comandante della Locale pizzicata con la coca denuncia i carabinieri

  • Grave incidente in autostrada A4, auto ribaltata: giovane 27enne rianimato sul posto

  • Incidente davanti al treno deragliato: Madeline è morta a 21 anni uccisa dal pirata fatto di coca

  • Distratti dal treno deragliato, incidente sull'A1: morta ragazza di 21 anni, feriti gravi tre amici

  • Milano Lancetti, uomo travolto da un treno in stazione: gravissimo

Torna su
MilanoToday è in caricamento