LegnanoToday

Paraplegico, spacciava cocaina che nascondeva in carrozzella

Operazione antidroga dei carabinieri nell'Altomilanese: a Cuggiono, un pregiudicato costretto a una carrozzella per una lesione midollare, spacciava in casa

Con una gravissima lesione midollare, paraplegico, ma con "voglia" di spaccio. E' stato così arrestato un detenuto ai domiciliari, a Cuggiono, di 45 anni. I carabinieri della locale stazione hanno infatti notato uno strano viavai nella sua casa. Decidevano quindi di appostarsi poco distante con un binocolo e di fermare due uomini, entrambi magentini, un 42enne ed un 24enne, che notavano, in momenti diversi, uscire dall’abitazione, trovandoli in possesso, ognuno, di una dose di cocaina.

A quel punto decidevano di effettuare il blitz a casa del detenuto ai domiciliari e, appena dentro, nella cantina dell’abitazione, trovavano due uomini, pregiudicati 44enni di Cuggiono, nascosti all’interno con addosso tre involucri di cocaina. Il detenuto invece, aveva nascosto una dose nella tasca della carrozzina che utilizza, essendo paraplegico a causa di una lesione midollare, oltre a 1.800 euro in contanti nascosti in un marsupio appoggiato a lato della carrozzina.

La sua convivente, una donna albanese, aveva addosso altri 1.000 euro e in cucina vi era un bilancino e un rotolo di pellicola per il confezionamento delle dosi. I tre uomini sono quindi stati arrestati, la donna denunciata e i due acquirenti segnalati come assuntori alla Prefettura. 

Tutto questo nell'ambito dei controlli antidroga da parte dei carabinieri nell'Altomilanese. 7 i pusher arrestati, 3 a Pregnana Milanese, 3 a Cuggiono e uno a Cerro Maggiore giovedì sera. A Pregnana Milanese, i carabinieri di Parabiago in collaborazione con la polizia locale di Pregnana, in via dei Rovedi, nella zona boschiva, si sono nascosti in diversi punti della boscaglia e hanno osservato i movimenti in entrata ed uscita, notando un tunisino che cedeva della droga a due donne.

La polizia locale ha quindi fermato le due donne appena uscite dal bosco per un controllo, una 48enne e una 35enne di Novara, e le hanno controllate, trovandole in possesso di 4 dosi di eroina e due di cocaina. Nel frattempo, il tunisino, accortosi del controllo in atto, tentava di fuggire dal bosco, a bordo di un’auto, ma veniva notato ed inseguito dai carabinieri, che lo fermavano in via Trieste, a Pregnana, e lo trovavano in possesso di due grammi di cocaina.  I tre sono quindi stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Cerro Maggiore, i carabinieri della Stazione hanno arrestato un operaio 36enne di Parabiago, in quanto, a seguito di un controllo stradale, in corso Sempione, è stato trovato in possesso di 5 involucri di cocaina. Presso la sua abitazione sono poi stati trovati 1.300 euro in contanti e un involucro di hashish. L’uomo è stato quindi arrestato. Tutti i sette arrestati saranno processati con rito direttissimo presso la Procura di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Tragedia a Pero, bambino di 5 anni muore soffocato mentre mangia una brioche in casa

Torna su
MilanoToday è in caricamento