LegnanoToday

Cantalupo cerca di tornare alla normalità: riaperte le scuole

Nella mattinata di lunedì i bambini della scuola dell'infanzia e della primaria sono tornati tra i banchi. Resta la ferita, l'amministrazione: «Stop ai mezzi pesanti»

Pompieri sul luogo dell'esplosione

Si cerca di tornare alla normalità a Cantalupo, frazione di Cerro Maggiore dove lo scorso mercoledì è esplosa un’abitazione a causa di una fuga di gas. Nella mattinata di lunedì sono state riaperte sia la scuola dell'infanzia che la scuola primaria, chiuse da giovedì a causa dell'interruzione della fornitura di metano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ferita è ancora aperta. L’area attorno a via Manara, dove è esplosa la casa di Virginia Bollati, la vittima della tragedia, è ancora sotto sequestro. Non solo: l’amministrazione comunale, come misura precauzionale, ha vietato la circolazione dei mezzi pesanti nella frazione. «Gli autotrasportatori — si legge in una nota diffusa dal comune — sono invitati ad invidiare percorsi alternativi». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bollettino e aggiornamento contagi Lombardia: risalgono morti e i contagi, +216 nuovi positivi

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

Torna su
MilanoToday è in caricamento