LegnanoToday

Crisi Carapelli: i lavoratori saranno ascoltati dalla commissione Attività produttive

Novantasei dipendenti dello stabilimento di Inveruno rischiano il posto

I lavoratori della Carapelli di Inveruno

I rappresentanti della Carapelli di Inveruno che rischiano il licenziamento Verranno ascoltati dalla commissione «Attività produttive e occupazione» del Pirellone nella mattinata di giovedì. Un primo passo per cercare una soluzione al problema, dopo la doccia fredda dei giorni scorsi.

Il gruppo spagnolo Deoleo — proprietario dei marchi Carapelli, Sasso e Bertolli — durante un incontro con i sindacati ha annunciato la volontà di chiudere il reparto produttivo dello stabilimento di Inveruno (Milano) che complessivamente occupa 136 persone.

«Vedremo quali strumenti potrà mettere in campo la Lombardia anche in vista del tavolo ministeriale convocato il 17 novembre, consapevoli che occorrerà fare forti pressioni al governo centrale che ha più competenze per intervenire sulla società», ha commentato il consigliere regionale Fabrizio Cecchetti (Lega).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un incontro in commissione, ma la questione finirà anche sui banchi del consiglio regionale. «Proporremo una mozione unitaria, con il collega Fabrizio Cecchetti e gli altri colleghi, in consiglio regionale, settimana prossima, per chiedere a regione Lombardia e al governo di fare tutto il possibile per costringere l'azienda a fare retromarcia — ha annunciato Carlo Borghetti, consigliere regionale Dem —. È quello che possiamo fare come consiglieri regionali, in aggiunta alla interrogazione parlamentare depositata da Vinicio Peluffo e Matteo Mauri, deputati Pd».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento